Consigli

Come potare gli arbusti

Data 15 ottobre 2016 | Scritto da : | Categoria : Consigli

Gli arbusti sono piante a forma di cespuglio, alberetto o a portamento rampicante che presentano rami, tralci o fusto di consistenza legnosa. Se la potatura è indispensabile per le specie legnose, non è invece essenziale per gli arbusti, ad eccezione delle rose che devono essere potate almeno una volta l’anno. Per gli arbusti, dopo i primi anni di impianto, quando con la potatura si cerca di dare una bella forma ai cespugli, arrotondandone la chioma ed eliminando la vegetazione stentata o con portamento irregolare.

Potatura corta: consiste nell’asportazione di una gran parte della chioma, lasciando solo brevi mozziconi di rami. Questo tipo di taglio provoca nella pianta un’immediata reazione, allo scopo di ricostruire il legno asportato, dato che alberi e arbusti tendono a conservare un certo equilibrio fra la massa radicale e quella aerea, quindi le radici inviano verso i rami tagliati una gran quantità di Sali minerali e azoto, sostanza che contribuisce alla produzione di legno.

Potatura lunga: consiste nell’eliminazione della punta dei rami lasciando intatta la massa fogliare. Questo tipo di taglio fa si che la sintesi clorofilliana si possa compiere in modo regolare e che anche la sinterizzazione degli zuccheri segua un andamento elevato con la conseguenza di una notevole produzione di gemme da fiore e da frutto.