Consigli

Come preparare un terreno alla semina

Data 11 agosto 2016 | Scritto da : | Categoria : Consigli

In genere la semina di un nuovo prato avviene su terreni lavorati, magari di riporto, a volte cosparsi di detriti. In questi casi è consigliabile aerare il terreno durante l’estate, e asportare i detriti dallo strato superficiale.  Se necessario, bisogna apportare nuovo terreno agrario fertile. Nel caso in cui il terreno sia molto argilloso o poco permeabile il drenaggio naturale non è sufficiente, per ovviare a questo inconveniente si deve migliorare la natura fisico-chimica dello stesso. La correzione può avvenire interrando stallatico ben decomposto, torba, e incorporando anche materiali inorganici quali sabbia di fiume.  Per migliorare invece un terreno troppo sciolto integrare lo stesso con inerti naturali o intervenire preventivamente seminando erbai da sovescio che una volta trinciati ed interrati saranno capaci di restituire struttura aggregativa al terreno.

Testo tratto da: Giardinaggio senza problemi, Guida completa di Selezione dal Reader’s Digest – Milano 1993